ARTICOLI2020-10-14T16:29:13+00:00
Post Sergio Costa

 

“Grazie al grande lavoro che sta svolgendo il Parlamento, l’Italia è l’unico Paese a recepire la direttiva europea sul divieto dell’uso e getta estendendolo anche ai bicchieri e ai palloncini

Questa norma, che grazie al lavoro di Barbara Floridia, Pietro Lorefice, a tutta la commissione ambiente e della commissione europea del Senato, è stata approvata, ora va in Aula per l’approvazione nella legge delega europea.

La plastica usa e getta è un problema e va affrontato in modo drastico e deciso. Tra i 6 e i 7 miliardi di bicchieri di plastica usa e getta vengono utilizzati in un anno solo in Italia, e rappresentano il 20% dei rifiuti marini in tutto il mondo. I palloncini sono uno dei maggiori pericoli per foche, tartarughe e uccelli marini. Per questo è importante e urgente ridurre l’usa e getta.

Solo intervenendo nella nostra quotidianità abbiamo la possibilità di difendere il pianeta, perché abbiamo solo questo e dobbiamo tutelarlo.

Esistono alternative, usiamole.”

Sergio Costa MINISTRO DELL’AMBIENTE

Sono queste le parole utilizzate del Ministro dell’ambiente Sergio Costa, sulle sue pagine Social, per annunciare un evento epocale per l’ambiente: il divieto di utilizzo di bicchieri monouso in plastica e di palloncini.

Questa norma va ad integrare quello che già è previsto dalla direttiva europea SUP (Single Use Plastic) che mette al bando alcuni articoli monouso in plastica per la salvaguardia dei nostri mari (vedi tabella):

La Direttiva introduce inoltre la responsabilità estesa del produttore per altri manufatti in plastica – come filtri di sigarette e reti da pesca – e fissa target di raccolta e riciclo più restrittivi per le bottiglie (rispetto ad altri imballaggi in plastica): i paesi membri dovranno raccogliere il 90% di quanto immesso al consumo entro il 2029 (il 77% entro il 2025), mentre a partire dal 2025, le bottiglie in PET dovranno contenere un minimo del 25% di materiale riciclato, percentuale che salirà al 30% nel 2030.

Le confezioni per bevande in plastica dovranno inoltre avere tappi e coperchi solidali con il contenitore.

In aggiunta, viene introdotta un’etichettatura obbligatoria che rammenti al consumatore l’impatto ambientale negativo dell’abbandono in ambiente, indicando il corretto smaltimento, per prodotti come filtri di sigaretta, salviette umidificate e assorbenti.

Le restrizioni entreranno in vigore a partire dal 01/01/2021, gli Stati membri avranno tempo solo fino al 3 luglio 2021 per conformarsi ad applicare le disposizioni.

Il nostro impegno è già iniziato per sostituire la plastica monouso con prodotti ecosostenibili biodegradabili e compostabili che, a fine ciclo vita, si smaltiscono nell’umido.

Visita la nostra pagina PRODOTTI

ARTICOLI RECENTI

HANNO PARLATO DI NOI

After-Plastic-Drink

Vuoi saperne di più?

ABBIAMO TANTE SOLUZIONI ECO-FRIENDLY PER IL TUO BUSINESS

Contattaci